Viñales

Fra le montagne, circondata da un verde brillante ed un silenzio surreale, nella provincia di Pinar del Río, accoglie il viaggiatore la città di Viñales, uno dei luoghi più belli di Cuba.

Patrimonio Mondiale dell’Umanità

Grazie ai suoi eccezionali valori naturali, culturali e paesaggistici, la Valle di Viñales area urbana inclusa, il 27 marzo 1979 è stata dichiarata Monumento Nazionale e nel 1999 è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall'UNESCO, nella categoria Paesaggio Culturale.

Questa doppio riconoscimento le è stato conferito per l’eccezionalità del paesaggio carsico in cui i metodi tradizionali di agricoltura, in particolare la coltivazione del tabacco, hanno resistito per secoli, oltre ad avere una ricca tradizione vernacolare in architettura, artigianato e musica.

 

Geografia

Circa 27.800 persone vivono in questo luogo, all’interno di un ambiente tradizionale tipico di una comunità di agricoltori, molto ben conservato. Viñales ha una sola strada principale, lungo la quale si susseguono su entrambi i lati porticati e case dai tetti di tegole rosse rustiche.

 

      

Le piantagioni di tabacco

Le sue principali attività economiche sono il turismo e le piantagioni di tabacco, il che significa che in questo piccolo territorio é possibile imparare tutte le fasi del processo di coltivazione del tabacco, dallo spargimento del seme, alla raccolta e fino l'essiccazione. 

É anche possibile seguire, guidati da esperti, il percorso della "Ruta del tabacco", un'attrazione realizzata dal Ministero del Turismo per soddisfare la curiosità di chi vuole sapere tutto sul processo di produzione degli Habanos, di cui ogni anno vengono piantati circa 16 mila ettari di tutte le varietà della pianta ed è inoltre possibile visitare anche le fabbriche di tabacco.

 

Cosa vedere a Viñales

Ci sono numerosi altri posti da vedere a Viñales. Ogni angolo può essere esplorato fino a quando non c'è più nulla da fare, da vedere e allora, solo in quel momento, si ha il desiderio di tornare al proprio alloggio.

Altre attrattive sono la Cueva dell’Indio, con il suo fiume sotterraneo, le stalattiti e le stalagmiti che formano strane figure e dove è possibile ammirare pitture rupestri, utensili, resti archeologici e di sepolture risalenti alla cultura cubana precolombiana. La grotta è un antico posto indigeno ed è stata scoperta nel 1920 da un agricoltore locale. Al suo interno scorre il fiume San Vicente, un vero dono della natura, dove è possibile fare un meraviglioso viaggio in barca a motore, motivo per cui, la grotta è stata completamente illuminata.

Anche il Mural de la Prehistoria è un'altra delle grandi attrazioni della regione. Si tratta di un grande quadro a cielo aperto, a 120 metri di altezza. È stato realizzato nel 1959, sulle rocce risalenti al periodo giurassico, dal pittore e scienziato Leovigildo González, discepolo del muralista messicano Diego Rivera. L'ultima pittura realizzata rappresenta il passato biogeologico nella regione, considerata una delle più antiche terre caraibiche.

Anche Rancho San Vicente è tra i posti da visitare fortemente consigliati dagli esperti della zona, quì è possibile vivere una tipica giornata contadina, dove osservare specie endemiche, esplorare percorsi esotici, vedere combattimenti tra galli, frequentare un vega di tabacco e godere di momenti di degustazione di cocktail rinfrescanti.

 

Archeologia

Viñales ha circa 47 siti di valore archeologico, di cui 19 legati alle tradizioni aborigene del paese, come testimoniano i resti delle tradizioni funerarie, e circa 28 sono collegati ai Maroon, che potrebbero essere stati palenques.

 

La natura

Per quanto riguarda la ricchezza naturale della zona, la regione vanta circa 17 specie vegetali endemiche che non è possibile trovare in nessun’altra parte del mondo. Particolarmente famosa è la Mycrocycas Calocoma, nota come Palma Corcho, classificata dagli studiosi come un autentico fossile vivente, data la sua antichità: risale a 150 milioni di anni fa, e rappresenta la palma più antica delle Indie Occidentali.

Un’altra meraviglia naturale è il mogote, una particolare formazione montuosa dalle cime arrotondate e dai pendii verticali, la cui formazione risale al periodo del Jurassico: uno dei luoghi più belli di Cuba, rari al mondo. All’interno di queste montagne ci sono grotte e colline calcaree, create dal movimento dell’acque dei fiumi sotterranei.

Esiste anche la possibilitá di godere della vista offerta da montagne come Alturas de Pizarras, composta da varietà delle rocce piú antiche che si possono vedere nell'arcipelago e la parte insulare dei Caraibi.

 

La fauna

Per quanto riguarda la fauna, la Valle conta una considerevole varietà di rettili, uccelli, molluschi e mammiferi, tutti visibili e anche facilmente da fotografare da parte dicoloro che desiderano includere questo tipo di immagini nel reportage del loro viaggio.

 

Mangiare a Viñales

Viñales è anche uno dei migliori posti per mangiare a Pinar del Río. Gli alberghi garantiscono ai propri clienti una cucina locale e internazionale ottima anche per i palati più esigenti. Molto noto è il locale Casa de Don Tomás, soprattutto per gli spagnoli che possono ritrovare i sapori della loro terra.